Bot neri 5/5

Durata lettura: molto corta

“Qualcuno è stato a casa mia! Ne ho la prova!” scrivo a quello di Reddit quella stessa notte.
“Cosa? Davvero?”
“Sì! Mi hanno fatto un video! È su internet!”
“E tu l’hai visto?”
“Certo! L’hanno caricato su un sito strano. Si chiama “
“Si chiama?”
“ “ nel rileggere il messaggio però mi rendo conto di una cosa “No, aspetta … si chiama “
“Capisco.”
“Aspetta, c’è un problema, non mi scrive il nome del sito.”
“Non importa. So di che sito stai parlando.”
“Davvero?”
“Sì. E sono felice che tu lo abbia trovato. Sapevo che eri un tipo curioso.”
“In che senso?”
“Nel senso che è da un po’ che ti tengo d’occhio, Luca”
“Come sai il mio nome?”
“Per lo stesso motivo per cui conosco il tuo numero di telefono. E l’indirizzo da cui ora stai scrivendo i messaggi.”
“Cosa?”
“Ti sei chiesto il perché stia capitando tutto questo, giusto? La risposta è molto semplice, ma tu non la capiresti. Sappi solo che è direttamente correlata al tuo posto di lavoro.”
“Ma tu chi sei?”
“Sono l’amministratore del sito in cui hai ficcato il naso. Ma non ti sentire in colpa per quello. Tra poco ficcherai anche altre parti del tuo corpo lì dentro. Addio Luca. Faremo buon uso del tuo computer. E delle informazioni al suo interno.”
Una volta finito di leggere il messaggio scatto in piedi pronto a vestirmi per tornare subito a casa mia … e solo in questo momento mi rendo conto di una cosa.
Le luci della stanza sono spente.
È tutto, completamente, buio intorno a me.
Ero così concentrato sulla luce del telefono che non me ne sono accorto.
Solo di una cosa sono certo.
Le luci non le ho spente io.